Curriculum Vitae

 
Senza titolo-4d.jpg

“Chi ha occhi per Vedere e orecchie per Intendere

si convince che ai mortali non è possibile

celare nessun segreto.

Chi tace con le Labbra chiacchiera con la punta delle dita,

si tradisce attraverso tutti i pori."

Sigmund Freud - Psicopatologia della vita quotidiana – 1901

Laurea​ e Post-Lauream
Tirocini
professionalizzanti
Abilitazione
Formazione
continua
Master
Esperienze professionali

Mi sono laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche nel 2011 presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. Ho conseguito, nella stessa sede, la laurea Magistrale in Psicologia dinamica, clinica e di comunità, nel 2015, dopo aver svolto un lavoro sperimentale di tesi riguardante “Dinamiche di interazione familiare ed Intelligenza Emotiva in bambini ed adolescenti in eccesso ponderale". Elaborato che ho presentato come contributo orale a Catania, nel maggio del 2015, durante l’XI Congresso Nazionale della Società Italiana di Psicologia della Salute.

 

Ho svolto i primi sei mesi di tirocinio professionalizzante post lauream presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, durante il quale ho approfondito sia lo studio ed il trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare che le attività di sostegno all’Antidiscriminazione legata al genere ed all’orientamento sessuale (omo-transfobia, violenza di genere).

 

I successivi sei mesi di tirocinio professionalizzante post lauream, svolti presso l’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale “Santobono-Pausilipon” di Napoli, mi hanno permesso di acquisire esperienza all’interno del reparto di Neuropsichiatria Infantile, collaborando con un’equipe multidisciplinare alle attività di Valutazione psicodiagnostica, con particolare riguardo nei confronti della sindrome dello spettro autistico.

 

Mi sono abilitata all’esercizio della professione di psicologo nel 2017 e sono iscritta all’Ordine degli Psicologi della Regione Campania dal marzo dello stesso anno (n° iscrizione 7214).

 

Ho scelto di potenziare ed arricchire le competenze cliniche attraverso attività di volontariato presso l’Unità Operativa Complessa Neuropsichiatria Infanzia e Adolescenza - Dipartimento Salute Donna, Infanzia e Adolescenza, di Lugo (Ravenna).

Ho partecipato a numerosi seminari ed eventi formativi e di aggiornamento professionale, tra cui il Workshop condotto da Stephen E. Finn focalizzato sull’ "Assessment Terapeutico di coppia dal vivo" durante la Summer School Intensiva presso il Centro Europeo per l'Assessment Terapeutico - Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Partecipo costantemente ai Convegni e Seminari organizzati dal mio Odine Professionale e da quello delle altre regioni italiane, con particolare interesse per tematiche quali: stalking e violenza, violenze sui minori, disturbi alimentari, ansia, dipendenze, psicosessualitá e terapia di coppia, disagi relazionali, aggiornamento costante codice etico e deontologico professionale. 


A seguito del delicato momento legato alla diffusione del Covid-19 ho conseguito con profitto due corsi di Formazione: uno promosso dall’Istituto Superiore di Sanità relativo alla “Gestione Psico-sociale del fenomeno dell’Emergenza” ed uno in “First Psychological Aid: Primo Soccorso Psicologico” promosso dall’Università John Hopkins - Baltimora. 

Nel 2017 ho deciso di frequentare un Master in Organizzazione e Sviluppo delle Risorse Umane presso la “GEMA Business School” di Roma, spinta dal desiderio di integrare le conoscenze acquisite in ambito clinico con quelle relative alla psicologia del lavoro ed alla sua applicazione concreta in ambito aziendale.

Al fine di potenziare ulteriormente le competenze relative all’utilizzo dei test di personalità in ambito clinico e giuridico-peritale, ho conseguito un Master annuale in Psicodiagnostica clinica e forense presso l’Associazione Interdisciplinare di psicologia e diritto “Psicogiuridico” di Napoli.

Credendo fortemente nell’importanza della valorizzazione delle Risorse Umane come chiave del successo anche in ambito aziendale, ho ricoperto il ruolo di recruiter e formatrice all’interno dell’azienda BOSCH Italia con sede a Milano.

Mi occupo di Psicologia Scolastica collaborando in diversi Progetti finanziati a livello Nazionale ed Europeo volti all’Inclusione scolastica dei bambini con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) e Bisogni Educativi Speciali (BES) ed al potenziamento dell’Intelligenza Emotiva sia dei bambini e degli adolescenti che del corpo docenti. Svolgo,inoltre, attività di counselling presso gli Sportelli di ascolto attivati presso numerosi Istituti Scolastici della Regione Campania.

Fornisco consulenze tecniche professionali in ambito giuridico sia in qualità di Consulente Tecnico di Parte che di Consulente Tecnico d’Ufficio. In quanto esperta in Psicodiagnosi clinica e forense, sono ausiliaria delle Autorità giudiziarie nello svolgimento di audizioni protette di minori e vittime di violenza.

Sono, inoltre, consulente esterna per Istituti Scolastici, Agenzie per il Lavoro ed Aziende in qualità di Formatrice per l’erogazione di Corsi di Psicologia relativi alle Strategie di Comunicazione ed al Marketing.


Svolgo la mia attività di psicologa clinica effettuando colloqui clinici di consulenza, sostegno, valutazione psicodiagnostica per le fasce d’età infantile, adolescenziale e adulta.

 
Modello d'intervento
Approccio
integrato

Il mio approccio teorico ed etico di riferimento si basa sull’integrazione del modello di intervento di tipo psicodinamico con quello sistemico-relazionale .

 

L’approccio psicodinamico focalizza il lavoro psicologico sull’esplorazione dei temi ricorrenti nelle narrazioni dell’individuo, nonché di nuclei identitari, conflitti, difese, fantasie e resistenze, che emergono nel qui ed ora della relazione terapeutica.

Sono almeno sette i focus intorno a cui si sviluppano le terapie psicodinamiche:

1) Verbalizzazione degli affetti ed espressione delle emozioni;

2) Esplorazione dei meccanismi di difesa;

3) Identificazione dei temi ricorrenti e dei pattern caratteristici;

4) Esplorazione delle esperienze evolutive (tappe dello sviluppo personale, aspetti maturativi ed evolutivi dell’individuo, eventuali fissazioni e regressioni);

5) Relazioni interpersonali;

6) Relazione terapeutica (alleanza terapeutica, fenomeni transferali e controtransferali);

7) Esplorazione delle fantasie e della vita immaginativa del soggetto.

 

Nell’approccio sistemico-relazionale il focus del lavoro terapeutico è rappresentato dalla comprensione non solo del singolo individuo in sè, ma anche e soprattutto delle dinamiche di interazione, dei modelli relazionali e dei processi comunicativi che caratterizzano i contesti sociali significativi in cui egli è inserito e di cui è parte integrante.

L’essenza del lavoro terapeutico risiede, quindi, nella comprensione, potenzialmente trasformativa, delle modalità di funzionamento familiare, dei modelli di comunicazione ed interazione, nonché del significato che il sintomo manifestato dal soggetto assume all’interno del sistema e delle relazioni con ciascun membro familiare.

Disagi e manifestazioni sintomatiche si configurano, infatti, all’interno di tale modello, come comportamenti comunicativi che, di fronte a relazioni problematiche, tendono a mediare, all’interno della famiglia, i rapporti di vicinanza, intimità e separazione.

 

L’integrazione del modello di intervento psicodinamico con quello sistemico-relazionale permette di esplorare conflitti intrapsichici, identità e struttura di personalità del singolo soggetto portatore del sintomo manifesto, di ciascun componente familiare e del significato della manifestazione sintomatica alla luce delle caratteristiche globali dell’intero sistema.

Il riconoscimento e la neutralizzazione delle modalità relazionali disfunzionali, d’altronde, è spesso preliminare rispetto alla maturazione del senso di responsabilità nel singolo soggetto preso in carico, nonché indispensabile ai fini dell’efficacia dell’intervento.

La partecipazione dell’intero gruppo familiare al percorso terapeutico, inoltre, testimonia che il disagio è diffuso tra tutti i componenti e che il benessere psichico passa attraverso la messa in discussione di ognuno.